Banner Mapo Tapo Banner Mapo Tapo

Scoprite le gemme dell'arrampicata in Libano: Un sogno che diventa realtà

Il Libano potrebbe non essere nel radar degli scalatori, data la sua posizione geografica e il suo passato instabile. Dopotutto, i mass media spesso influenzano negativamente la reputazione del Libano.

LEA_0182

Poiché il Libano si basa sul turismo per dare impulso alla propria economia, il turismo d'arrampicata ha un ruolo significativo nel sostenere la comunità libanese, soprattutto per quanto riguarda lo sviluppo sostenibile e il turismo all'aria aperta.

Dal 2020, il Libano ha vissuto una crisi economica aggravata da una crisi politica che ha amplificato le ripercussioni della vicina crisi siriana. Oggi la situazione finanziaria si è aggravata e non accenna a migliorare.

Detto questo, le vibrazioni di Beirut sono una calamita per le persone in cerca di un'esperienza di vita, che si tratti di turismo o di diaspora in visita ai propri parenti. Di recente, il turismo alpinistico è aumentato, poiché il Libano ha un grande potenziale per l'arrampicata e un buon clima durante tutto l'anno. 


Randa Gedeon su Something's fishy 6c+/11d © Lea El-Medawar 


Esiste una comunità di arrampicatori in Libano?

La comunità dell'arrampicata è cresciuta negli ultimi dieci anni, grazie allo sviluppo dell'arrampicata all'aperto nel Paese. Inoltre, le strutture artificiali per l'arrampicata offrono ai principianti uno sbocco per imparare ad arrampicare e ai più esperti uno sbocco per allenarsi.

La comunità di arrampicatori in Libano è composta da persone del posto e da ex-patrioti che vivono nel Paese per motivi di studio o di lavoro. Si stima che in Libano ci siano più di 500 arrampicatori. La pagina Instagram @rockclimbinglebanonorg è il punto di riferimento per trovare compagni di cordata, rimanere aggiornati sulla situazione attuale e ottenere nuove informazioni sull'arrampicata.


Questa è la qualità della roccia e delle falesie che ci si può aspettare in Libano. La parte migliore? Gli arrampicatori locali! 
© Lea El-Medawar 


Tre strutture forniscono arrampicata artificiale indoor alla comunità. Tutte sono più orientate all'arrampicata libera che al bouldering, che è una tendenza in crescita nel Paese, come si può notare da tutte le gare di bouldering che si svolgono nel corso dell'anno. Queste strutture non possono essere paragonate a quelle europee. Tuttavia, si stanno evolvendo e presto offriranno un servizio migliore agli arrampicatori locali e stranieri.

Ogni anno sempre più arrampicatori stranieri si trasferiscono in Libano per lavoro, studio, una breve visita o per godersi il Paese. Molti scalatori lavorano in organizzazioni non governative: questo offre uno stile di vita nomade apprezzato da tutti gli scalatori, che attira sempre forti scalatori da tutto il mondo, come Sam Elias, Said Belhaj, Nina Caprez e molti altri. Se avete mai sentito parlare di David Lama, il famoso alpinista di alto livello e scalatore sportivo d'élite, probabilmente avete già visto la sua incredibile performance sulla prima e unica via di 9a del Libano,"Avaatara".




L'arrampicata sportiva in Libano: una panoramica


Elsa Raidy mostra la sua flessibilità sul tufo Liliazin, 6c/11c © Lea El-Medawar 


In Libano, lo sviluppo dell'arrampicata è particolarmente arduo e costoso, in funzione della garanzia di qualità e della capacità finanziaria. Complessivamente, il Libano conta più di 20 falesie e più di 500 vie: questi numeri potrebbero non impressionare nessuno. Tuttavia, si tratta solo di una piccola parte del vasto potenziale roccioso del Paese, che potrebbe offrire altre migliaia di linee... c'è qualcuno che vuole partecipare?

Nella maggior parte dei casi, sia le falesie che gli approcci sono facili e immediati: sarete ai piedi delle falesie con soli 5-35 minuti di cammino. Se vi sembra un sogno, prendete nota: il Libano è un paese piccolo e un viaggio dalla capitale alla falesia più vicina dura solo 20 minuti. La falesia più lontana dista 90 minuti, il che la rende ideale per un viaggio di un giorno. L'enorme diversità topografica e di potenziale del Libano spinge gli sviluppatori locali di arrampicata a scegliere innanzitutto settori di facile accesso. Ciononostante, i settori più remoti e sorprendenti offrono alcune delle migliori arrampicate del Paese. 


Edgard Kazzi in lotta contro il ripido strapiombo di Crawline, 8a/13b © Lea El-Medawar 


Aspettatevi calcare di prima qualità per tutti i livelli. Il 60% delle vie sono tra il 5° e il 6° grado, il 35% tra il 7° e l'8° grado e solo il 5% supera l'8a. I principianti troveranno un terreno di gioco perfetto in tutto il paese: @rockclimbinglebanonorg si occupa di sviluppare e rendere accessibile l'arrampicata nel Paese a tutti i livelli di scalatori. 

Jad Khoury e George Emil di @rockclimbinglebanonorg hanno pubblicato la prima guida di arrampicata sportiva del Libano solo un anno fa, che ha raggiunto i quattro angoli del mondo ed è diventata ricercata da chi vuole venire in Libano. 


Il bouldering in Libano: la nascita e lo sviluppo di una nuova disciplina di arrampicata


Lea Medawar dando il massimo su Hell Razor, V7/8, avvistata da Patrick Habib © Jad El Khoury

Il bouldering è stato praticato negli ultimi 15 anni in Libano, ma in passato era un'attività marginale per un Paese in cui la comunità di arrampicatori sportivi era la maggioranza. Tuttavia, la situazione sta cambiando con la popolarità che il bouldering sta guadagnando, unita alla facilità di pratica del bouldering rispetto all'arrampicata sportiva.

Recentemente, le ultime quattro gare di arrampicata in Libano hanno riguardato il bouldering. Inoltre, una manciata di arrampicatori locali, tra cui Jad Khoury, manager di @rockclimbinglebanonha lanciato un nuovo marchio di arrampicata che fornisce crash pad di alta qualità prodotti localmente per rendere popolare il bouldering all'interno della comunità locale di arrampicatori.

Per creare un'area boulder per gli arrampicatori, la priorità principale è garantire l'accesso e la possibilità di mantenerla per le generazioni a venire. In seguito, ci assicuriamo che i massi siano sviluppati in modo da attirare gli arrampicatori che si divertono e non sprecano le loro giornate alla ricerca dei massi. Costruire atterraggi e sentieri sicuri e sostenibili è una delle cose più importanti prima di aprire una nuova area.


Abdo Tabet, avvistato da Rami Bou Khalil su Muddy Waters V3, Foto © Lea Medawar


Grazie all'impegno di Sit Start e Rock Climbing Lebanon, gli arrampicatori sportivi in Libano stanno scoprendo l'importanza del bouldering. Tuttavia, non è ancora il momento giusto per il turismo boulder, poiché è necessario un maggiore sviluppo per dimostrare che il Libano non è solo arrampicata sportiva, ma anche bouldering di alta qualità.

Sulla base dell'ultimo evento svoltosi in Libano, 60 arrampicatori si sono riuniti per una giornata di bouldering in una delle falesie di arrampicata sportiva del Paese e hanno aperto gli occhi sul potenziale esistente del bouldering e su quanto possa essere divertente e adatto ai principianti.


Grazie per aver letto! L'articolo è stato realizzato in stretta collaborazione con l'arrampicatore e gestore locale di @rockclimbinglebanonJad Khoury. Non perdetevi gli aggiornamenti e seguiteci su Instagram. Questa collaborazione fa parte della rubrica di Mapo Tapo "Trust the Locals", ideata in collaborazione con arrampicatori locali e sviluppatori di arrampicata in tutto il mondo. Insieme, ci proponiamo di ispirare le persone a scoprire nuove destinazioni per l'arrampicata attraverso il turismo responsabile.


In copertina: Edgard Kazzi si libera su Crawline 8a/13b, una linea situata in una delle falesie più belle che il Libano possa offrire © Lea El-Medawar