Arrampicare in Africa: esplorare il Senegal

Destinazioni di arrampicata
5 aprile 2021

Il Senegal è uno dei paesi più lungimiranti e stabili dell'Africa occidentale. La capitale, Dakar, è una città vivace dove i locali, gli immigrati e gli espatriati si esercitano sulle scogliere proprio sopra l'oceano durante il giorno e ballano la miscela di ritmi africani, reggae, jazz, blues nei club e sui tetti di notte.

Una città dove l'anima di Mama Africa prende vita: musica, arte, surf, mercati, profonda storia coloniale e, beh, naturalmente, arrampicata. Tra novembre e giugno, si può arrampicare nella falesia unica Les Mamelles, proprio sulla spiaggia nel cuore della città di Dakar, dove si trovano più di 50 vie sportive recentemente riattivate. Puoi anche avventurarti nel profondo della campagna africana e goderti una dozzina di vie sportive sulla scogliera che domina il villaggio di Bandassi: un luogo unico dove il tempo si ferma e puoi sperimentare la vita tranquilla e autentica delle comunità locali e la famosa 'teranga' senegalese, ovvero l'ospitalità.

Rémi Fortané che scala a Les Mamelles © Les Lézards de Dakar


L'arrampicata in Senegal è iniziata nel 1998, quando Christophe Cambier, un pioniere formato a Fontainebleau, ha chiodato le pareti mozzafiato vicino alla spiaggia di Mamelles a Dakar. Ha passato il testimone ad altri due espatriati, Greg e un secondo Cristophe, che hanno creato l'associazione "Lézards de Dakar". Verso il 2017 i giovani arrampicatori Rémi Fortané, Théo Martin e Thibaut Crepon si trasferirono a Dakar, e l'arrampicata in Senegal vide una rinascita.

Hanno costruito una parete artificiale di arrampicata nel centro sportivo Olympique Club: un passo enorme che ha permesso alla gente del posto di imparare questo sport e ha reso la comunità di arrampicatori profondamente integrata nella città. Ora questo 'Mur des Lézards' vanta un dipendente a tempo pieno, Diarra.

Théo, Greg e Rémi hanno anche scoperto e attrezzato delle vie su una bella falesia nel remoto villaggio di Bandafassi. Infine, ma non meno importante, il gruppo di arrampicatori ha completamente ri-bullonato le pareti di Mamelles e ha aperto e liberato il primo 8a, trasformando il luogo in una destinazione di arrampicata unica all'interno di una città ancora più unica.

Uno dei migliori percorsi di Bandafassi è "Theo si jetais un marteau" © Les Lézards de Dakar


Sì, perché dove altro ci si può trovare nel centro di una città giovane e vibrante, con la musica che suona da ogni auto, autobus e tetto, e scendere a piedi fino a una spiaggia, continuare a camminare sulla sabbia e trovare più di 50 vie su roccia incredibile, proprio sull'oceano? Benvenuti nella falesia di Les Mamelles, a Dakar. Le pareti sono fatte di un mix di roccia vulcanica: si passa dal basalto alle scorie e all'arenaria tufacea.

Un'altra linea da una delle falesie più alte che abbiamo mai visto, Les Mamelles, a Dakar © Les Lézards de Dakar

Questo crea una roccia unica, e a volte fragile, con strisce grigie, arancioni e marroni e impressionanti crepe e formazioni. E le onde dell'oceano proprio sotto i piedi rendono la salita ancora più impressionante!

Ci sono 8 settori chiodati e molti altri da sviluppare, con circa 50 vie dal grado francese 4 all'8a. Le vie sono ben distribuite tra i gradi con una prevalenza per il 6a, con più di 10 vie sotto il 5C, 8 5C, 7 6A, 5 6B, 5 6C, 3 7A, un paio di 7B, un 7C, un bellissimo 8A "Cariboubou" e un progetto in 8a.

Les Mamelles, Dakar © Les Lézards de Dakar

Dopo una giornata di arrampicata, goditi il tramonto dalle amache del bar reggae Chez Max. Questo è il bar sulla spiaggia del paradiso, in stile Dakar, abilmente realizzato con oggetti di recupero. Sedili di auto incastrati nella sabbia, sculture di conchiglie e maschere di plastica riciclata.

Uno dei migliori approcci di sempre? © Les Lézards de Dakar

I ritmi del reggae addolciscono gli altoparlanti per aggiungere un'atmosfera rilassata. Questo è uno dei posti migliori per ammirare il famigerato tramonto dell'Africa occidentale. Potresti anche imbatterti in Christophe Cambier, il visionario che ha iniziato a scalare a Dakar e che recentemente è tornato qui. Contattatelo per qualsiasi informazione su Les Mamelles, conosce la zona come il suo cortile.

Si può anche visitare la parete di arrampicata nel Club Olympique o controllare il sito escalade-au-senegal.wixsite.com/accueil dove ci sono topos. Solo una brutta nota: un nuovo progetto per un impianto di desalinizzazione sulla spiaggia potrebbe essere realizzato, con un impatto devastante nei prossimi anni sulla bellezza del luogo e l'accesso alla maggior parte dei settori.


Se vuoi sfuggire alla vivace attività di Dakar, il Senegal offre molte scelte. Dalla bella architettura coloniale di Saint-Louis alle spiagge appartate di Cap Skirring, alle onde del villaggio di pescatori di NGor e ai delta fluviali che pullulano di fauna selvatica.

Dakar non è solo arrampicata! © Les Lézards de Dakar

E se hai voglia di scalare di più, allora il villaggio di Bandafassi, vicino al confine con la Guinea, è quello che fa per te. Dopo 12 ore di viaggio faticoso, vi troverete in un luogo incredibilmente calmo dove potrete veramente rilassarvi.

Una scogliera di 100 metri sopra il villaggio vanta 20 belle vie sportive e due vie di più tiri (6a / 6b / 6b / 5a e 6a / 6c / 7a / 7b). Si può dormire proprio sotto le vie in piccole case tradizionali, ospitate dalla squisita Léontine.

Il locale Marcel conosce molto bene le salite e può mostrarvi i dintorni

Accompagnati da Marcel, esplorate le zone circostanti, le escursioni, le cascate e godetevi l'autentica vita di campagna senegalese.

Testo di Faustine Wheeler

Grazie mille a Rémi Fortané e Théo Martin per tutte le preziose informazioni e a Les Lézards de Dakar per le belle foto!

Articoli correlati